Corso di formazione/aggiornamento professionale

 

Il Corso di formazione sulla “Valutazione Immobiliare: criteri applicativi” risponde all’esigenza di un adeguamento delle metodologie valutative anche in considerazione delle novità normative (Direttiva 2006/48/CE, IAS/IFRS e Basilea 2) che hanno inciso considerevolmente sulle modalità di valutazione dei beni immobiliari, soprattutto per quanto attiene gli operatori del settore, gli enti e gli investitori immobiliari.
Quanto sopra è interconnesso con una serie di fenomeni, quali la trasformazione di grandi aree (STU), la valutazione e valorizzazione del patrimonio pubblico, Linee Guida per la valutazione degli immobili in garanzia delle esposizioni creditizie dell'ABI che innovano considerevolmente le modalità di stima degli immobili ai fini dell’erogazione di mutui.
Il Corso si pone come obiettivo quello della illustrazione agli operatori del mercato delle basi teoriche e le metodologie applicative, mediante lo sviluppo di un moderno percorso scientifico e metodologico, al fine di consentirne l’innesto di nuove professionalità di natura estimativa, urbanistica e catastale sulle precedenti conoscenze e competenze tecniche.
La metodologia e gli strumenti del Corso fanno riferimento a precise aree tematiche che sono:
· Analisi del mercato immobiliare
· Valutazioni immobiliari
· Normativa urbanisco-edilizia e Due diligence tecnica
Con queste finalità il Dipartimento DATA della Sapienza Università di Roma e Tecnoborsa, in collaborazione con ASCOMFORMA – Agenzia Formativa Confcommercio Cuneo, hanno promosso il Corso sulla “Valutazione Immobiliare: criteri e principi applicativi”. Il Corso, in particolare, intende fornire ai partecipanti una panoramica delle metodologie estimative e delle correlate criticità tecniche al fine della elaborazione di valutazioni in linea con moderni standard estimativi, armonizzati con le
best practices internazionali, come definiti nella nuova edizione del Codice delle Valutazioni Immobiliari (Tecnoborsa).
Il Corso prevede una fase teorica e una fase applicativa finalizzata alla elaborazione, in gruppi di lavoro, di rapporti estimativi, con il sussidio di esperti che apporteranno le loro competenze professionali nell’ambito del project work.

In allegato dettagli sul corso.

 

Per maggiori informazioni: 0171 64133

Work-Shop internazionale FNAARC-AUSTRIA

La FNAARC Regionale in collaborazione con l’Ambasciata, il Consolato Generale e la Camera di Commercio Austriaca organizza un Work-Shop che si terrà :

Venerdì 18 novembre 2011 dalle ore 10,00 alle ore 15,30
Centro Congressi TORINO INCONTRA – C.C.I.A.A.
Sala TORINO HALL
Via Nino Costa, 8

L’evento rivolto ad Agenti e Rappresentanti di Commercio associati Fnaarc-Confcommercio ha lo scopo di far incontrare aziende Austriache,  che operano nei settori qui di seguito riportati e che sono interessate a stipulare contratti di agenzia con Agenti di Commercio italiani.

Le aziende Austriache che parteciperanno al Work-Shop operano nei seguenti settori:
Abbigliamento in genere e sportivo, Attrezzature e materiali Sportivi, Food & Beverage, Legno e Legnami, Informatica, Design e Strumentazioni per Energia Rinnovabile.

 

Tassi effettivi globali e tassi soglia antiusura – IV TRIMESTRE 2011

Con Decreto del  Ministero dell’Economia e delle Finanze del 26 settembre 2011 (pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 228 del 30/9/2011),  sono stati resi noti i tassi d’interesse effettivi globali medi validi ai fini  della determinazione dei tassi soglia antiusura per il periodo 1° ottobre – 31 dicembre 2011.
Per il calcolo degli interessi usurari, ai sensi dell’art.2 della legge n. 108/96, così come modificato  dall’art. 8, comma 5, lettera d) del D.L. 70/2011, i tassi medi rilevati devono essere aumentati di un quarto, a cui si aggiunge un margine di ulteriori 4 punti percentuali. La differenza tra il limite usurario e il tasso medio non può essere superiore a 8 punti percentuali.

Si riporta in allegato la scheda aggiornata con le nuove soglie usurarie e le classi di  importo espresse in euro. Tale scheda tiene conto delle modifiche alla classificazione delle operazioni creditizie effettuate dalle banche e dagli intermediari finanziari per categorie omogenee, introdotte dal Decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze del 25 marzo 2010.

Allegati:
Scarica questo file (Com--18--tassi-usura-IV-trim-2011.doc_asc2499.XLS)tassi usura[ ]

Confronto annuale federalberghi a Cuneo

 

A Cuneo da tutta Italia, per discutere sui problemi del turismo e della rete ricettiva.

Da oggi, in città, la riunione annuale dei direttori delle organizzazioni aderenti a Federalberghi, collegate al sistema Confcommercio. I lavori, presso la sede di via Avogadro 32, inizieranno oggi (venerdì 21 ottobre) e si concluderanno domani sera (sabato 22 ottobre).
“Siamo felici che Cuneo sia stata scelta, nel 2011, per la prima volta ad ospitare il confronto dei responsabili, nelle singole province, della grande federazione che si occupa di accoglienza. – E’ il commento di Ferruccio Dardanello, Presidente provinciale di Confcommercio – Oltre che al necessario approfondimento sulle tematiche del comparto, desideriamo guardare con attenzione alla straordinaria opportunità di far conoscere il nostro territorio e promuoverne i prodotti, interessanti veicoli di promozione. Il tutto in un contesto che richiede alta professionalità ed attenzione, per affrontare con successo situazioni di grande competitività in cui ogni area deve mettere in campo le proprie risorse e sottolineare attrattive capaci di fare la differenza”.
Nel confronto di questi giorni gli aspetti normativi la faranno da padroni. “Si parlerà di decreto per lo sviluppo, in fase di perfezionamento da parte del Governo – spiega Giorgio Ferrua, Direttore provinciale Confcommercio e Federalberghi – di contrattazione integrativa per il personale dipendente, di osservatorio sulla legislazione e sulla contrattazione. Uno spazio è riservato al dibattito sui tirocini formativi e di orientamento, sui buoni vacanza che consentono la fruizione di parentesi di svago e riposo a prezzi agevolati e sulla riforma dell'apprendistato.”  Particolarmente  dibattuta  la  questione  della  tassa  di  soggiorno  che  impone  il versamento  di  una quota ai comuni   che   si  sono  pronunciati per l'applicazione.
“Cuneo, a questo proposito – spiega Pierino Sassone, Presidente dell’Associazione provinciale Albergatori – ha già assunto una posizione definita, invitando le civiche amministrazioni locali a rinunciare alla tassa o, al limite, ad applicarla ai livelli minimi consentiti, senza fare differenze tra le diverse tipologie di strutture ricettive onde evitare disparità inaccettabili. É stato chiesto, anche, di attivare la eventuale riscossione della imposta, risuscitata dopo l'opportuna soppressione negli anni passati, solo a partire da inizio 2012. In proposito, si sta rivelando interessante il confronto con altre zone, caratterizzate da peculiarità molto diverse dalle nostre”.
Nell'appuntamento di Federalberghi alcuni spazi sono riservati anche alla rivista espressione delle problematiche della categoria, “Turismo Italia”, al funzionamento dell'Istat per quanto concerne le indagini sul fatturato delle strutture e il movimento clienti, alla collaborazione con il Fondo ambiente italiano ed alla situazione organizzativa della federazione.

 

RICONOSCIMENTO INTERNAZIONALE PER IL DISTRETTO DEL COMMERCIO CUNEESE

Grande riconoscimento internazionale per il Distretto del Commercio cuneese "La Porta delle Alpi", che nel mese di settembre è stato presentato al 57° IDA Annual Conference tra i 20 migliori progetti internazionali di rilancio dei centri urbani.
L'IDA  - International Downtown Association, traducibile in “Associazione internazionale dei centri città” - è un organismo con sede negli U.S.A. che raggruppa oltre 700 organizzazioni per la valorizzazione e la gestione dei centri città in tutto il mondo (per maggiori dettagli www.ida-downtown.org). Ogni anno, nel mese di settembre, organizza una conferenza annuale per favorire lo scambio di informazioni tra i suoi membri. Quest'anno la 57^ edizione della conferenza, intitolata "Metro momentum: dare forma al secolo urbano" si è svolta a Charlotte, nella Carolina del Nord, alla presenza di oltre 300 delegati (https://www.ida-downtown.org/eweb/DynamicPage.aspx?WebKey=9A3B484E-C5D8-47FB-9606-77BED83F818C). La conferenza annuale rappresenta un'occasione importante e unica nel suo genere per amministratori e professionisti per imparare dalle esperienze dei loro colleghi e trarne spunti per i progetti e programmi delle proprie cittadine.
In questa edizione, il comitato scientifico ha selezionato il progetto del Distretto commerciale del cuneese "La Porta delle Alpi" tra i 20 che potevano essere illustrati come best practice (buona pratica) ed ha avuto a disposizione una sessione dedicata, che ha visto in platea gli amministratori delle città di Philadelphia, New York (Brooklyn), Chicago, oltre che delegati dal Canada e dal Sud Africa. La relazione sul progetto del Distretto "La Porta delle Alpi" è stata tenuta dall’Arch. Giovanna Codato, vice Presidente del GeCC Lab e consulente del Distretto commerciale cuneese.

Per meglio illustrare le peculiarità del progetto cuneese, sarà organizzata una conferenza stampa che vedrà protagonista l’Arch. Giovanna Codato, a disposizione dei giornalisti per rispondere a tutte le domande sulle motivazioni del prestigioso riconoscimento.
La conferenza stampa si svolgerà mercoledì 26 ottobre, alle ore 17, presso la Sala Giunta del Comune di Cuneo.


Ricordiamo che Il Distretto commerciale 'La porta delle Alpi' (come da art. 18 bis della L.R. n. 28/99 introdotto con la L.R. n. 14/06), è un organismo istituzionale ed economico con compiti di promozione, di sviluppo e di governo del territorio.
Le aree di programmazione sono quelle definite con la D.C.R. n. 59-10831 del 24/3/2006 e comprendono la Città polo di Cuneo, quale Comune attrattore, e le realtà territoriali di seguito elencate: Comune di Beinette, Comune di Borgo San Dalmazzo, Comune di Boves, Comune di Busca, Comune di Caraglio, Comune di Castelletto Stura, Comune di Centallo, Comune di Cervasca, Comune di Morozzo, Comune di Peveragno, Comune di Tarantasca, Comune di Vignolo e le valli Gesso, Grana, Maira, Pesio, Stura e Vermenagna. La ragione della sperimentazione del Distretto commerciale nell’area di Cuneo ha lo scopo di riequilibrare le forze economiche presenti, contrastare la desertificazione commerciale delle aree commercialmente più deboli, accentuata in questo territorio, e simultaneamente rafforzare il punto di equilibrio dell’offerta commerciale tradizionale dei centri urbani maggiori rispetto alle strutture della distribuzione organizzata extraurbana, puntando sullo sviluppo e sulla promozione del territorio.


In allegato la foto scattata in occasione della consegna del certificato di riconoscimento.
Al centro l’Arch. Giovanna Codato con alcuni membri del comitato scientifico. Da  sinistra: Andy Taft, Direttore per Downtown Fort Worth, USA - Ed Wolverton,Direttore di Downtown Greensboro, USA - Michael Burroughs, DHR International, - Blount Hunter, H. Blount Hunter Retail and Real Estate Research Co. (azienda di ricerca sul mondo immobiliare commerciale)


Sottocategorie

Back to top